Foto portfolio gabriele forti

IL MIO BLOG

Regole per sposarsi in Italia 2020 – Covid-19

covid-19-sposarsi-wedding-regolamento-toscana-1
Pronti a ripartire anche con i matrimoni e le Regioni si stanno organizzando per offrire delle regole per sposarsi nel 2020 in tutta sicurezza. Ancora non tutte le Regioni si sono organizzate o hanno pubblicato ordinanze specifiche, vediamo insieme cosa sappiamo fino ad ora.

Le regole per sposarsi nel 2020 in Campania

La Regione Campania è stata la prima a muoversi per delineare delle regole per i matrimoni del 2020 e il Governatore De Luca con l’Ordinanza n. 55 del 5 Giugno ha stabilito che dall’8 Giugno 2020 è consentito riprendere feste di matrimonio e altre cerimonie in osservanza del protocollo.A questo link trovate l’ordinanza completa di allegati, molto importante anche per il settore eventi e meeting.

In particolare possiamo notare come in Campania:

  • Le aree all’aperto dovranno essere strutturate e suddivise per le diverse fasi dello svolgimento
    del ricevimento dotate di idonei percorsi atti alla eliminazione delle contaminazioni
    crociate,servizio e per la somministrazione degli alimenti.
  • Il buffet non è consentito.

Mentre é consentito

    • il servizio con la modalità di prelievo che viene attraverso la consegna del cibo e bevande da
      parte di un operatore delle pietanze indicate dal consumatore tra quelle esposte; le stesse
      dovranno essere adeguatamente protette con superfici sanificabili, igienizzabili e non porose. In
      ogni caso dovrà essere garantito il distanziamento, anche attraverso l’uso di opportuna
      segnaletica orizzontale.
    • modalità di servizio al tavolo da parte del personale di sala ove possibile in luogo all’aperto; le
      bevande verranno servite direttamente al tavolo dal personale addetto;
      L’erogazione dell’aperitivo dovrà essere garantita con modalita’ di somministrazione da parte
      del personale di sala preferibilmente cosidetta “a braccio”
covid-19-sposarsi-wedding-regolamento-toscana-italia

Le regole per sposarsi nel 2020 in Sicilia

Anche la Sicilia si è mossa per dare delle regole alle feste di matrimonio e il governatore Musumeci ha firmato l’ Ordinanza n. 22 del 2 Giugno.
In particolare tutte le indicazioni si trovano nella sezione dell’allegato 1 dedicato alla “ristorazione”.

In particolare possiamo segnalare:

  • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalità
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
  • È necessario rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più
    punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al
    giorno.
  • Eliminare la disponibilità di riviste e materiale informativo di uso promiscuo.
  • Negli esercizi che dispongono di posti a sedere privilegiare l’accesso tramite prenotazione, mantenere l’elenco dei
    soggetti che hanno prenotato, per un periodo di 14 giorni. In tali attività non possono essere presenti all’interno del
    locale più clienti di quanti siano i posti a sedere.
  •  Negli esercizi che non dispongono di posti a sedere, consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti per volta,
    in base alle caratteristiche dei singoli locali, in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione
    tra le sedute.
  •  Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici), sempre nel rispetto del
    distanziamento di almeno 1 metro.
  •  I tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti,
    ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale.
    Detto ultimo aspetto afferisce alla responsabilità individuale. Tale distanza può essere ridotta solo ricorrendo a
    barriere fisiche tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio tramite droplet

Le regole per sposarsi nel 2020 nel Lazio

Anche Zingaretti si è mosso verso i matrimoni dando in particolare a pagina 10 troviamo le seguenti indicazioni: che sono da intendersi come integrazioni alle raccomandazioni di distanziamento sociale e igienico-comportamentali finalizzate a contrastare la diffusione del virus in tutti i contesti di vita sociale.Qui trovate il Bollettino della Regione n.73 con tutte le normative vigenti.
In particolare possiamo segnalare per quanto riguarda la ristorazione:

  • Negli esercizi che dispongono di posti a sedere privilegiare l’accesso tramite prenotazione, man- tenere l’elenco dei soggetti che hanno prenotato per un periodo di 30 giorni, nel rispetto della nor- mativa sulla privacy. In tali attività non possono essere presenti all’interno del locale più clienti di quanti siano i posti a sedere.
  • Negli esercizi che non dispongono di posti a sedere, consentire l’ingresso ad un numero limitato di clienti per volta, in base alle caratteristiche dei singoli locali, in modo da assicurare il mantenimen- to di almeno 1 metro di separazione tra i clienti.
  • Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (giardini, terrazze, plateatici), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.
covid-19-sposarsi-wedding-regolamento-toscana-italia

Le regole per sposarsi nel 2020 in Toscana

Per quanto riguarda la Regione più amata per i matrimoni ovvero la Toscana dobbiamo rifarci all’Allegato 1 dell’ordinanza 60 del 27 Maggio che regola gli esercizi che somministrano cibi e bevande e quindi tutti coloro coinvolti nella ristorazione.

Anche nella caso della Regione Toscana ritroviamo le stesse norme di base come ad esempio:

    • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra
      nazionalità.
    • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
    • È necessario rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in più
      punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimità dei servizi igienici, che dovranno essere puliti più volte al
      giorno.
    • Eliminare la disponibilità di riviste e materiale informativo di uso promiscuo.
    • Negli esercizi che dispongono di posti a sedere privilegiare l’accesso tramite prenotazione, mantenere l’elenco dei
      soggetti che hanno prenotato, per un periodo di 14 giorni. In tali attività non possono essere presenti all’interno del
      locale più clienti di quanti siano i posti a sedere.

Se state pensando di sposarvi in Toscana io vi consiglio sicuramente la Val d’Orcia per la sua bellezza fuori dal comune, cornice perfetta di ogni matrimonio!

foto_wedding_covid_19_photographer

Linee guida generali per sposarsi nel 2020

Vediamo adesso in generale quali sono le normative che si devono rispettare per organizzare un matrimonio in questo periodo.
Per quanto riguarda i riti religiosi é necessario osservare quanto deciso nell’accordo firmato lo scorso 18 Maggio dal Governo Italiano e dalla Conferenza episcopale italiana più precisamente dal Presidente del Consiglio Conte, dal ministro dell’interno Lamorgese e dal Presidente cardinal Bassetti. Il Protocollo sancisce che l’accesso ai luoghi di culto si deve svolgere senza creare assembramento (questo vale per le chiese ma anche per i sagrati e le sacrestie); spetta al legale rappresentante di ciascuna chiesa individuare il numero massimo di persone che potranno stare al suo interno ovviamente indossando sempre le mascherine.

In generale le linee guida per i ricevimenti di matrimonio sono quelle per la ristorazione:

  • dovrà essere possibile rilevare la temperatura e impedire l’accesso a chi presenta una temperatura superiore ai 37,5 °C;·
  • necessario avere a disposizione prodotti per l’igienizzazione delle mani sia per i clienti che per il personale anche in più punti del locale. I servizi igienici dovranno essere puliti più volte al giorno;
  • meglio prediligere spazi all’aperto come giardini, terrazze o parchi mantenendo sempre il distanziamento di almeno 1 metro;
  • mantenimento di almeno 1 metro fra i tavoli e fra gli ospiti, se non in caso di nuclei familiari; la distanza può essere ridotta solo ricorrendo a barriere fisiche tra i diversi tavoli adeguate a prevenire il contagio tramite droplet;· 1 metro tra un tavolo e l’altro;
  • non è consentita la consumazione a buffet in modalità self-service. Sarà possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per i clienti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per gli ospiti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie;
  • il personale di servizio dovrà utilizzare la mascherina e dovrà procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche (prima di ogni servizio al tavolo);
  • favorire il ricambio d’aria negli ambienti interni e in caso di impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria;
  • gli invitati (al di sopra dei sei anni) dovranno indossare la mascherina tutte le volte che non sono seduti al tavolo ma non sarà obbligatorio tenerla  all’aperto e tra congiunti.
wedding_covid19_photographer

CLICCA SUI LINK PER VEDERE I MIEI LAVORI

English EN Italian IT Spanish ES
error: Content is protected © Forti Gabriele PH !!